Interviste – Lino Porrari

Porrari 2 per blog

[® Lino Porrari]

GRUPPO AVAMPOSTI intervista l’artista Lino Porrari*

1- In sole tre parole cosa rappresenta l’arte per te?

Lino Porrari: Un viaggio interiore.

2- Quale opera d’ arte pittorica del dopoguerra ad oggi vorresti avere su una tua parete?

LP: Senza ombra di dubbio un “taglio” di Lucio Fontana

3 – Cosa offre e cosa toglie l ‘arte nel web per un’artista non affermato?

LP:  Non toglie assolutamente nulla. Offre solo l’illusione di avere una fama fittizia che appaga il proprio EGO… praticamente una gran cavolata!

4 – Ritieni giusto pagare per esporre o per partecipare a qualunque iniziativa facilmente proposta via web ?

LP: Pagare per esporre o per partecipare alle innumerevoli iniziative che ti propinano è assurdo. In parole povere: un artista si fa un mazzo grande come una casa e, per di più, deve sborsare quattrini per esporre ed ingrassare i “curatori d’arte” (gulp!) che, il più delle volte, sono incapaci…ho sempre rifiutato di entrare in questo gioco perverso e continuerò a farlo.

5 – Dimmi il titolo di un libro, di un film e di un disco che ti ha particolarmente colpito negli ultimi due anni.

LP: Tutti i libri di Bukowski… da parecchi anni…altri scrittori non mi emozionano.

6 – Vorremo poi sapere il nome di un’artista straniero e uno italiano che ami sempre dal dopoguerra ad oggi.

LP:  Il primo Bacon e tutto Lucio Fontana che ritengo il più grande!

7- Tornando sul tema web: per un’artista non pensi che tutto si sia inflazionato perdendo smalto e corposità, disperdendosi senza lasciare alcun segno?

LP: Riguardo al web ritengo che sia un gran casino. Si trova di tutto (parlo di Arte)… gente valida (pochissimi) ed una massa spaventosa di illusi ed incapaci. Il discorso, comunque, è molto complicato e soluzioni non ne vedo…continuiamo, purtroppo, a sguazzare nella melma.

8 – In poche parole: se fossi un curatore artistico scommetteresti sul tuo lavoro investendo tempo e denaro?

LP: Se fossi un curatore artistico è ovvio che punterei su Lino Porrari! Di motivi ce ne sono
tanti ma non li elenco per discrezione…..ahahahahah

9 – Un libro o un saggio sull’arte che vorresti consigliare?

LP: Un libro che consiglio vivamente è: OCCHIO CRITICO di Guido Ballo (sono due volumi). Per chi volesse imparare a “leggere” un’opera d’arte è un libro veramente fondamentale.

***

*Lino Porrari nasce ad Ascoli Satriano (Fg). Nel 1973 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera sotto la guida di Domenico Cantatore e riceve il Premio De Sanctis come miglior allievo del corso di pittura. Attualmente vive e lavora ad Abbiategrasso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...