Interviste – Tonia Erbino

Tonia Erbino

[® Tonia Erbino]

GRUPPO AVAMPOSTI intervista l’artista Tonia Erbino*

1- In sole tre parole cosa rappresenta l’arte per te?

Tonia Erbino: L’arte per me è la vita di ogni giorno, mescolata ad ogni mia emozione, ad ogni mia azione quotidiana.

2- Quale opera d’ arte pittorica del dopoguerra ad oggi vorresti avere su una tua parete?

T.E.  La donna e la luna di Raffaele Lippi

3 – Cosa offre e cosa toglie l ‘arte nel web per un’artista non affermato?

T.E. Il web ad un artista non affermato offre tanto in termini di visibilità e gli dà la possibilità di confrontarsi e comunicare con gli altri artisti sparsi nel mondo; per quanto concerne il togliere, credo che  il web, potenzialmente, rappresenti per l’artista anche un rischio poiché lo espone alla possibilità  di essere più facilmente “derubato”di un’idea, di un guizzo, di un’intuizione.

4 – Ritieni giusto pagare per esporre o per partecipare a qualunque iniziativa facilmente proposta via web ?

T.E. No e ultimamente ho deciso di rifiutare qualsiasi proposta che richieda il versamento di una quota partecipativa. Credo che uno dei grandi controsensi della nostra epoca sia che un artista per esporre debba pagare.

5 – Dimmi il titolo di un libro, di un film e di un disco che ti ha particolarmente colpito negli ultimi due anni.

T.E. Il libro è I fratelli Karamazov di Dostoevskij; il disco è High Hopes di Bruce Springsteen; Big fish di Tim Burton è il titolo del film che ho rivisto recentemente.

6 – Vorremo poi sapere il nome di un’artista straniero e uno italiano che ami sempre dal dopoguerra ad oggi.

T.E. Francis Bacon  e Raffaele Lippi

7- Tornando sul tema web: per un’artista non pensi che tutto si sia inflazionato perdendo smalto e corposità, disperdendosi senza lasciare alcun segno?

T.E.  Non credo che la perdita di smalto o di corposità sia imputabile al web, piuttosto credo che questo sia dovuto ad una certa serialità presente nella produzione di alcuni artisti. Altri, invece, non tradendo l’originalità e l’audacia della ricerca riescono a lasciare un segno e a imprimere le loro opere nella memoria dello spettatore virtuale che ha lo stimolo di avviare un’approfondimento e una maggiore conoscenza di quel autore.

8 – E se la pensi così dove sta la colpa e il problema? e cosa consiglieresti?

T.E. Il problema è che alcuni artisti ottengono riscontro solo con una  certa tipologia di opere e faticano a distaccarsi da esse. Non amo dare consigli, ma se mi fosse chiesto suggerirei di mettere sempre in discussione se stessi e, di riflesso, il proprio operato; bisogna avere il coraggio di intraprendere nuove strade, di sperimentare, di non essere scontati.

9 – In poche parole: se fossi un curatore artistico scommetteresti sul tuo lavoro investendo tempo e denaro?

T.E. Credo nell’arte, produco arte, non posso, quindi, che rispondere di sì.

10 – Un libro o un saggio sull’arte che vorresti consigliare?

T.E.  L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica di Walter Benjamin

***

“[…] La ricerca di una dimensione esistenziale che vede l’artista inserita nel tessuto sociale, è in fin dei conti il messaggio che l’artista Tonia Erbino vuole lanciare all’indirizzo di tutti […]” ” Tonia Erbino con le sue opere drammatiche e misteriose pare voler ammonire le persone su quale trave insaponata si stia correndo. Il suo lavoro consapevole, conferisce agli odori del colore, agli aromi delle resine ed al frusciare delle carte e delle tele una dimensione intensamente umana […]” Francesco Saverio De Meo(Giornalista)
“Grande capacità tecnica ed espressiva e padronanza della tela con l’utilizzo di materiale e simbologie […]”
Giuria del concorso nazionale HeArt Attack
Associazione M.I.A. St’Art overdose Art

*Tonia Erbino nasce a New York nel 1974. Fin dall’infanzia la sua “vocazione”artistica si palesa in modo evidente. Si diploma con ottimi voti al Liceo Artistico di Napoli e completa la sua formazione artistica conseguendo il diploma di laurea all’Accademia di Belle Arti di Napoli con il massimo dei voti.
Partecipa fin da giovanissima a numerose mostre collettive e la sua ricerca artistica continua ininterrotta ed incessante.
Consegue master e corsi di perfezionamento in storia dell’arte e in educazione artistica.
Nel 2000 supera, con ottimi voti, il concorso nazionale a cattedra per l’insegnamento dell’arte ed immagine e del disegno e della storia dell’arte, materie che inizia ad insegnare dal 1998 .
Consegue, successivamente, l’abilitazione per l’insegnamento delle discipline pittoriche negli istituti d’arte e il diploma di specializzazione per l’insegnamento del sostegno.
Dal 2007 è chiamata ad insegnare a tempo indeterminato la materia di arte ed immagine nella scuola secondaria di primo grado.

Sito web: www.toniaerbino.jimdo.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...